venerdì 21 marzo 2014

Il sindaco e l´appello di Renzi «Ecco la scuola da sistemare»

All´indirizzo mail sindaci@governo.it che il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha attivato dopo aver inviato una lettera ai Comuni, invitandoli a scegliere una scuola da ristrutturare o adeguare a tutte le misure di sicurezza, è arrivata anche la richiesta di Lumezzane.
IN UNA NOTA firmata dal sindaco Silverio Vivenzi si chiede la disponibilità di Palazzo Chigi a collaborare per la sistemazione della scuola elementare «Caduti per la Patria» di Pieve. Il primo cittadino valgobbino ha inviato a Renzi un dettagliato rapporto sulla situazione dell´istituto di via Matteotti. La scuola è formata da tre blocchi, di cui uno più a sud di tre piani e uno ad est di due piani, entrambi costruiti nel 1956, mentre il terzo a nord, collegato con gli altri due nel 2010, ospita anche l´archivio comunale.
Nel corso degli anni, dal 1998 al 2011 l´istituto è stato coinvolto da vari interventi, ora i nuovi lavori richiesti e indicati nella lettera diretta a Palazzo Chigi parlano della necessità di demolire il blocco più a nord per ricostruirlo adeguato alle nuove norme antisismiche e indipendente dall´archivio, il manto di copertura dell´ala est, l´adeguamento dell´impianto di riscaldamento, la sostituzione della caldaia e il rifacimento dell´impianto elettrico. L´investimento è rilevante, 924 mila euro, che potrebbe essere sostenuto dal Comune per metà usando l´avanzo in cassa e il resto di 400 mila con un mutuo. Il condizionale riguarda però il Patto di stabilità che ferma sul nascere ogni speranza. Una speranza che invece il premier alimenta: «Cercheremo nei prossimi quindici giorni di individuare le strade per semplificare le procedure di gara - promette Renzi - per liberare fondi dal computo del patto di stabilità interno».

Fabio Zizzo

Nessun commento:

Posta un commento